Marco García

Su di me

Proprietario e chef

Marco Antonio García García

Mi chiamo Marco García, sono nato a Siviglia in un negozio di alimentari e sono cresciuto come albergatore nel bar dei miei genitori, l’attuale Cristina Bistró.

Ho sempre pensato che avrei avuto un bar che mi ricordasse quel negozio con l’atmosfera di una taverna, dove si poteva bere, mangiare o fare shopping.

 

La facciata della vecchia Cristina

Un po’ di storia…

All’inizio servivamo la colazione, quando era raro averla in un bar, che era per i giovani, ma quando l’università era vicina, diventava così normale che diventava il nostro pane quotidiano.

All’epoca si chiamava Café Bar Cristina nel 1988.

Mangiare il pane con l’olio era una cosa da villaggio, il prosciutto era un lusso da mangiare sul pane tostato, e il pomodoro era per i catalani. La cosa più comune era chiedere margarina, fuagrás o lardo.

I primi succhi d’arancia erano un incubo da preparare, ordinati solo dai ricchi viaggiatori, fino a quando non abbiamo acquistato una macchina per la produzione di succhi quasi automatica, una delle prime in città.

Chiedere un bicchiere di grappa o di fica è stata anche una buona idea.

Abbiamo servito i caffè in bicchieri di canna arrostiti della robusta varietà, con il latte fresco del sacchetto, le prime saccarine, li abbiamo guardati con disprezzo, che tipo di dieta è? jajajaja… Quelli sì che erano bei tempi! I primi turisti che abbiamo visto all’Expo92.

Poi i piatti combinati, è così che abbiamo iniziato a cucinare e non abbiamo smesso di fare e di imparare.

Sono passati diversi anni e ci siamo orientati verso una cucina più informale.

Con l’aumento del turismo abbiamo offerto la nostra cucina più andalusa, cercando sempre di adattarsi ai cambiamenti, servendo il turista che visita la nostra città e i nostri clienti che abbiamo sempre avuto per anni, un dono di grandi persone e amato.

Attualmente…

Torno ancora una volta, per cercare di adattare il Cristina, al cambiamento in corso.

Cristina Bistró si adatta di nuovo, come taverna andalusa, come negozio di gastronomia e con picnic, dove si può mangiare, prendere un caffè, gustare un vino o comprare una bottiglia o qualcosa che ti piace o chiedere un picnic per gustarlo dove vuoi, per la colazione o per uno spuntino.

In questa nuova fase, voglio offrire ancora una volta prodotti di qualità, cercando quelli che mi sembrano diversi e interessanti, cucinare come ho fatto finora con pazienza e rispetto, servirli con un sorriso complice e cercare di far sentire i miei clienti a proprio agio e felici.